Enrico Prati

Enrico Prati (1974) è cresciuto tra la tumultuosa Pisa dei centri di calcolo, dei primi personal computers e di Internet degli anni 80 e  Los Angeles, imparando a programmare in Basic gli Olivetti e i  Commodore.

Negli anni del Liceo Scientifico a Parma si appassiona alla  filosofia e al rapporto tra mente e macchina. Presso l'Università  degli Studi di Pisa si laurea in Fisica Teorica (1998) e consegue il  Dottorato di Ricerca in Fisica (2002) in collaborazione con l'Istituto  di Fisica Atomica e Molecolare del CNR, collaborando nel frattempo  anche con l'Istituto di Applicazioni Telematiche del CNR nell'ambito  dei domini .it. Dal 2003 si trasferisce presso l'INFM ad Agrate  Brianza dove inizia a occuparsi dell'emergente campo dell'informazione  quantistica nei semiconduttori, e dove nel 2009 diventa Ricercatore  dell'Istituto per la Microelettronica e i Microsistemi del CNR. Dal  2013 è in forze presso l'Istituto di Fotonica e Nanotecnologie del CNR  a Milano dove si occupa di informazione quantistica e ha sviluppato in  collaborazione con il Laboratorio I3N del Politecnico di Milano  microcircuiti stocastici di neuroni artificiali per l'elaborazione  neurale di informazione. Dal 2010 è stato Visiting Researcher e dal  2014 è Visiting Scholar della Waseda University di Tokyo.