PATRIZIA TIBERI VIPRAIO

È stata professore ordinario di Politica Economica presso l'Università di Udine e docente presso l'Università di Sydney, in Australia. Si è occupata dei processi di internazionalizzazione delle imprese e degli effetti della globalizzazione.

Convinta sostenitrice dell'utilità degli studi interdisciplinari, ha pubblicato con Claudio Tuniz Homo Sapiens.

Una biografia non autorizzata, Carrocci 2015, tradotta in Humans. An unauthorized biography, Springer 2016. In essa si racconta la storia avventurosa delle diverse specie umane che hanno popolato la Terra insieme e prima di noi, quando, assieme a miti, religioni, arti e musica, le nostre capacità di comunicazione facevano nascere anche la ricchezza privata, la disuguaglianza e la violenza organizzata.

Con la divisione del lavoro e la formazione di reti umane sempre più ampie e connesse, abbiamo finora generato un ciclo virtuoso fra capacità cerebrali, cultura e ambiente.

Ma è possibile che, con le nuove tecnologie dell'informazione, governate solo da motivazioni economiche, questo processo giunga al termine, aumentando sì la nostra sapienza come specie, ma riducendo anche le nostre capacità cognitive ed empatiche, come individui sociali.